Beta Version

Regali di Natale ai bambini presso la Misericordia di Betlemme

Published: December 20 Thu, 2018

BETLEMME – Mercoledì 19 Dicembre presso la sede della Misericordia di Betlemme, i volontari dell’organizzazione italiana hanno anticipato il Natale consegnando regali ai bambini della zona, in un clima di gioia e di divertimento.

Per i bambini di Betlemme Babbo Natale è arrivato con quasi una settimana di anticipo. Presso la sede della Misericordia infatti, la consegna dei doni ai bambini locali si è svolta qualche giorno prima del 25, data in cui, come è noto, si festeggia la nascita di Gesù avvenuta proprio a Betlemme. Nel pomeriggio di mercoledì 19, decine di bambini della zona, accompagnati dai rispettivi genitori, hanno partecipato ad un pomeriggio speciale, fatto di musica, giochi, ospiti d’eccezione e, soprattutto, tantissimi regali.

Ad animare la festa ci hanno pensato i giovani volontari della Misericordia, tra cui i tre ragazzi in Servizio Civile, Virginia, Filippo e Francesco; questi ultimi dallo scorso luglio vivono a Betlemme prestando il loro servizio a favore dei più deboli della comunità. Neanche la pioggia ha fermato l’entusiasmo e il clima di festa. Dal cortile della struttura, che la Misericordia condivide con la Fondazione Giovanni Paolo II, ci si è spostati nei locali interni all’edificio, dove è avvenuto lo scambio di regali.

Ospite d’eccezione dell’evento è stato il cantante palestinese Haitam Shomali, il quale ha preso parte alla cerimonia di consegna dei regali, porgendo personalmente i doni ai bambini e mettendosi in posa con loro per le foto. Presente anche il correttore della Misericordia di Betlemme, Padre Iyad Twal, promotore dell’evento insieme al responsabile della sede e operatore locale di progetto per i giovani in Servizio Civile, Dott. Elias Almarajda. Quest’ultimo ha risposto alle nostre domande.

Dott. Almarajda, la Misericordia è molto attiva a Betlemme nel sostegno agli anziani e ai bambini. Da qualche tempo la vostra struttura ospita anche uno sportello oculistico.

Sì, per mezzo dei volontari delle Misericordie italiane offriamo servizi sociali a quattro istituti di Betlemme. Da qualche tempo la nostra struttura ospita anche uno sportello oculistico. Grazie all’impegno della Confederazione Nazionale delle Misericordie, delle Misericordie toscane e di alcuni medici oculisti italiani, offriamo gratuitamente servizio due giorni al mese presso l’ambulatorio oculistico della sede di Betlemme. Da circa due mesi il nostro ambulatorio è aperto anche ogni sabato ai pazienti, in collaborazione con un medico locale.

Come nasce la volontà di fare i regali ai bambini di Betlemme per Natale? E’ il primo anno che siete attivi in questa iniziativa? E chi ha finanziato la spesa per i doni?

Dalla nascita della Misericordia di Betlemme (2014, ndr), ogni anno a Natale facciamo un pensiero ai bambini degli istituti nei quali i nostri volontari svolgono servizio. Questo è il secondo anno che organizziamo delle feste per i bambini meno fortunati. I nomi dei bambini ci vengono forniti da tutte le parrocchie della zona di Betlemme. Quest’anno siamo riusciti a fare regali per novanta bambini i cui giochi sono stati donati dalla Misericordia di Betlemme in virtù del generoso contributo di benefattori locali; mentre invece, i sacchetti di dolciumi offerti ai bambini, sono stati gentilmente donati dalla Misericordia di Santa Teresa Gallura (Italia).

Filippo De Grazia