Amman

AMMAN – Domenica 22 ottobre, presso la parrocchia di San Giuseppe a Jabal Amman, con la benedizione di mons. Mauro Lalli, Incaricato d’Affari della Nunziatura Apostolica in Giordania, è stata inaugurata la nuova pizzeria solidale “MAR YOUSEF’S PIZZA”.

Finalmente ad Amman si potrà gustare la vera pizza italiana, detta al taglio perché tagliata e venduta a tranci.

Questo grazie al progetto di una pizzeria “solidale”, avviata con lo scopo di dare una risposta alle tante problematiche, legate ai tempi di attesa verso nuove destinazioni, che quotidianamente i profughi iracheni affrontano. Sono trascorsi circa 3 anni da quando intere famiglie, cacciate dalla piana di Ninive, si sono riparate ad Amman; e, mentre la loro permanenza in Giordania si prolunga, loro faticano a vivere in un tempo di sospensione in cui con difficoltà si intravede all’orizzonte la possibilità di essere “riposizionati” in paesi come il Canada, l’Australia o gli Stati Uniti e – nello stesso tempo – in cui non è semplice resistere giorno per giorno e conservare l’integrità mentale.

Per far fronte a questa problematica, la parrocchia di Jabal Amman ha aperto le porte alla pizzeria sociale. Con il generoso contributo del Sacro Convento di Assisi e della Nunziatura di Amman, i vecchi locali della parrocchia sono stati ristrutturati ed adibiti a cucina e pizzeria.  Grazie, inoltre, al sostegno finanziario dall’AICS (Agenzia italiana per la Cooperazione allo Sviluppo) e alla coordinazione operativa della ONG italiana “UN PONTE PER”, negli stessi giorni si è svolto il primo corso di formazione per pizzaioli, tenuto dal Maestro Tony Biasi proveniente da San Polo di Piave che ha insegnato a 7 rifugiati iracheni l’arte della pizza al taglio italiana. I beneficiari del corso erano giovani padri di famiglia, ai quali il progetto ha dato la possibilità di imparare un mestiere e di guadagnare un piccolo stipendio che permetterà loro di affrontare con maggior serenità l’incerto futuro che ancora li attende.

Lo scopo primario del progetto è stato quello di ridare dignità a uomini senza più speranza… Il sorriso tornato sui volti di Nashwan, Haitham, Raad, Zeyad, Wisam, Majed, Aysen ne ha dato la conferma più bella!

Mario Cornioli

Flickr Album Gallery Powered By: Weblizar
image_print
Designed and Powered by YH Design Studios - www.yh-designstudios.com © 2017 All Rights Reserved
X