INGHILTERRA – Nell’estate del 2016, tre studenti palestinesi del Bethleem Icona Center (BIC) hanno realizzato due icone dell’Annunciazione a Lichfield, nel Regno Unito. Le icone sono esposte nella navata della cattedrale di Lichfield, una delle più prestigiose cattedrali medievali del paese.

Repairing books in Library

L’Annunciazione di Lichfield: cristiani palestinesi al servizio dell’arte sacra profondamente radicata in Terra Santa

Il progetto, dal titolo L’Annunciazione di Lichfield, è il risultato della collaborazione tra il centro di iconografia di Betlemme in Palestina, il BIC, e padre Adriano Dorbar, decano della cattedrale di Lichfield.

L’esperienza e il talento dei tre giovani palestinesi Nicola Juha, Noura Sleibi e Loris Matar, tutti originari dalla città di Betlemme, è andato ad aggiungersi ai 1.500 anni di patrimonio spirituale della cattedrale. «Questo progetto significa molto per me come cristiano palestinese», ha detto Noura. «Attraverso questa icona dell’Annunciazione abbiamo annunziato la parola di Dio, ed è ora parte del patrimonio della cattedrale».

Dei giovani, chi viaggiava per la prima volta e chi era già andato all’estero, ma solo per brevi periodi. Questa nuova esperienza ha dato agli studenti del BIC e ai fedeli di Lichfield l’opportunità di apprendere o riscoprire la storia, la cultura e i valori dell’altro.

«Siamo stati come ambasciatori di un messaggio. Abbiamo raccontato le nostre storie, parlato della nostra vita e della nostra identità in quanto cristiani palestinesi», ha detto Nicola. «In cambio, abbiamo sentito il calore e l’empatia di visitatori che spesso venivano a vederci lavorare, in particolare p. Adrian Dorbar, decano della cattedrale, che ha fatto di tutto per farci sentire a casa».

Il luogo: la città di Lichfield nello Staffordshire, in Inghilterra. Una città conosciuta fra l’altro per la sua cattedrale medievale, l’unica con tre guglie, e per aver dato i natali al dr. Samuel Johnson, compilatore del primo dizionario. È qui che i tre studenti sono stati accolti insieme a Ian Knowles, direttore del BIC, per realizzare un dittico di icone di 270 cm X 72cm, che rappresentano la scena dell’Annunciazione.

 

L’Annunciazione: una scelta logica là dove la Parola si fa carne durante l’Eucaristia

our-lady-lr_dsc7144-314x1024L’icona dell’Arcangelo Gabriele è stata scritta sulla riga dell’«Angelo di Lichfield» scultura calcarea, scoperta nel 2003 durante i lavori di scavo sotto il pavimento della cattedrale.

Dietro questa scelta di prendere come modello l’Angelo di Lichfield, si intendeva «creare delle icone che fossero profondamente radicate nella tradizione viva dell’arte liturgica della cattedrale», dice il dr. Ian. «L’Angelo di Lichfield è un meraviglioso esempio delle prime origini della vita liturgica della cattedrale».

Per quanto riguarda l’icona della Vergine Maria, la Madre di Dio è rappresentata seduta su un trono sopraelevato mentre tesse un velo per il Sancta Sanctorum del tempio. Una tenda rossa sta dietro di lei alla porta della sua casa. «La tenda evoca il velo del tempio –  ha detto il direttore del BIC. Questo protegge l’ingresso del Sancta Sanctorum, dove vive la gloria di Dio. In questa icona, il sipario è tirato indietro per mostrare che il Signore entra dentro, facendo del seno della Vergine la sua casa, e facendola diventare la Madre di Dio».

Gli studenti e il direttore non sono riusciti a non includere elementi tipici della cultura palestinese. Il tappeto colorato, su cui poggiano i piedi di Maria, è decorato con disegni tipici del ricamo palestinese specifico dell’area di Betlemme.

Dopo sette settimane di intensa preparazione dei pannelli, l’applicazione del «gesso*», il «bolo di terra d’Armenia», i fogli d’oro, la doratura, la scrittura delle icone e la loro installazione nella cattedrale, il Decano ha presieduto una Messa e ha dato la sua benedizione. La Messa si è conclusa con la testimonianza degli studenti che hanno raccontato l’esperienza del loro soggiorno.

«La cerimonia della benedizione delle due icone è stato un evento speciale per me – ha detto Nicola con entusiasmo -. Uno dei momenti più forti che ho vissuto è stato quando i fedeli hanno iniziato a cantare l’inno “O piccola città di Betlemme” e pregare per la mia città natale».

«Non riesco a descrivere quanto ero felice quando ho visto la gente sedersi davanti alle icone per pregare. È per questo che siamo arrivati da Betlemme. La nostra missione è compiuta», ha aggiunto Noura.

Il Centro di Iconografia di Betlemme: tra tradizioni e speranza

Fondata nel 2010, la scuola iconografica di Betlemme ha avuto il compito di creare un ambiente in cui i cristiani palestinesi possono incontrare e stabilire il contatto con l’antica arte dell’iconografia cristiana. In una città dove il tasso di disoccupazione è alto, circondata da un muro che rende difficile o impossibile l’accesso ai luoghi santi del paese, al BIC si lavora instancabilmente per infondere l’etica della collaborazione, per rinnovare la spiritualità e formare esperti scrittori di icone, che saranno successivamente in grado non solo di avere una professione e la stabilità che ne consegue, ma anche di ottenere i mezzi per crescere spiritualmente attraverso il loro lavoro.

L’Annunciazione di Lichfield è solo l’inizio della lunga lista di progetti che il BIC si propone di raggiungere. Nel gennaio 2016, il Centro ha lanciato il Diploma di arti tradizionali della Prince’s School per iniziarsi all’iconografia, con una formazione intensiva di due anni dopo la quale i diplomati saranno in grado di formare degli iconografi juniores.

Durante l’estate 2017, un altro gruppo di studenti parteciperà alla seconda parte del progetto di Lichfield. Il lavoro comporterà l’esecuzione di una croce di 2,5 metri di altezza che verrà appesa nel coro sopra l’altare.

*Gesso: Termine preso in prestito dalle arti dalla cultura pittorica italiana, dalla parola latina gypsum, è un misto di carbonato di calcio e colla animale, utilizzato in arte, sin dal Medioevo, per preparare i pannelli di legno da verniciare poi con tempera e olio.

Articolo di Saher Kawas

Foto: © BIC – © Chris Lockwood

hgkfhkjsdd.jpgOur Lady LR_DSC7144.jpgAngel Gabriel LR_DSC7145.jpgIMG_8257.jpgIMG_8267.jpgIMG_8273.jpgIMG_8282.jpgIMG_8300.jpgIMG_8309.jpgIMG_8590 - Copy.jpgIMG_8612.jpgIMG_8614.jpgIMG_8622.jpgIMG_8696.jpgIMG_8947.jpg20160725_095557.jpgIMG_9312.jpgIMG_9345.jpgw41.jpgIMG_9384.jpg20160815_150411.jpg20160815_161756.jpgMary.jpgGabriel.jpg20160815_164100.jpg
Designed and Powered by YH Design Studios - www.yh-designstudios.com © 2017 All Rights Reserved
X