Gilles Gauthier

frFrançais

PARIGI – A circa un mese dall’inaugurazione della mostra parigina «Cristiani d’Oriente. 2000 anni di storia», Gilles Gauthier, ex ambasciatore in Yemen, ex console ad Alessandria ed attuale consigliere del prof. Jack Lang, presidente dell’Institut du monde arabe, che ospita l’esposizione, in questa intervista rilasciata alla nostra corrispondente ricorda la genesi del progetto e traccia il bilancio del “viaggio stampa” condotto in Libano, Giordania e nel cuore dei Territori palestinesi sulla falsariga della tematica della mostra, e organizzato in collaborazione con il Patriarcato latino.

Può parlarci della mostra sulla Cristianità in Oriente, di recente aperta presso l’Institut du monde arabe (IMA) di Parigi? Che cosa la rende eccezionale?

L’inaugurazione della mostra dell’IMA sui cristiani dell’Oriente è avvenuta il 25 settembre scorso, in presenza del Presidente della Repubblica francese e del Presidente libanese. Questa mostra è eccezionale perché per la prima volta in Francia e probabilmente nel resto del mondo si allestisce una mostra di tale ampiezza sul tema. Le esposizioni provengono dall’Iraq, dalla Siria, dal Libano, dalla Giordania e dai territori palestinesi.

Perché questa mostra ora? Cosa ne motiva la scelta?

Questa mostra si inserisce nella serie di altre mostre che l’Istituto ha presentato. Intendo dire che è stata pensata e poi preparata da molto tempo, e non si relaziona direttamente con la tragica realtà attuale. È vero, però, che le vicende attuali conferiscono all’evento un’evidenza maggiore e una più grande urgenza. L’IMA mira a far conoscere meglio il mondo arabo in Francia e in Europa e a rafforzare il dialogo tra le due sponde del Mediterraneo. Le mostre che noi proponiamo riguardano tutti gli aspetti culturali, ideologici e religiosi. E così come abbiamo già proposto ai nostri visitatori una grande mostra sul pellegrinaggio alla Mecca, adesso offriamo un viaggio ideale lungo la storia, l’arte e la vita dei cristiani d’Oriente che, insieme ai loro compatrioti musulmani, costituiscono una parte inscindibile delle nazioni che compongono il mondo arabo.

Che cosa portate con voi del viaggio che avete fatto come inviati-stampa ? Qual è stata l’accoglienza di una tale iniziativa da parte dei cristiani locali e dei vari interlocutori che avete incontrato?

Lo scopo del viaggio è stato quello di offrire ai giornalisti invitati una migliore conoscenza della realtà, della quale la nostra mostra aspira ad essere uno specchio fedele. Tutti sono rimasti impressionati, toccati e commossi da quello che hanno visto e dall’accoglienza ricevuta, soprattutto dalle Autorità giordane, dall’Œuvre d’Orient e dai rappresentanti dei diversi riti cristiani. Hanno potuto valutare le tragiche conseguenze causate dalla situazione siriana e irachena, ma hanno anche capito che in Medio Oriente esiste un Cristianesimo vivo e attivo. Tutti i nostri interlocutori si sono congratulati con l’IMA per l’iniziativa che è stata per loro particolarmente significativa.

Quali sono le sfide alle quali questa mostra espone l’IMA e la Francia e quali sono le aspettative favorevoli per la Francia e per questa terra? Vorreste sottolineare l’attuale situazione dei cristiani locali attraverso la riscoperta del loro patrimonio?

Attraverso la presentazione del ricco patrimonio e della storia dei cristiani dell’Oriente, l’IMA spera che molti visitatori possano prendere consapevolezza di una realtà spesso poco conosciuta. Questo è lo scopo di tutte le nostre mostre. Ma questa esposizione riveste un carattere ancor più considerevole in quanto tocca l’antico legame storico tra il nostro paese e le comunità cristiane del mondo arabo. I nostri amici e compatrioti musulmani sanno che continuare questo antico rapporto non è a loro danno. Al contrario, aiuta a radicare ancor più profondamente ciò che ci unisce tutti insieme e ci fa sperare che, oltre alle vicissitudini del presente, possiamo costruire un futuro comune.

Intervista di Claire Guigou

image_print
Designed and Powered by YH Design Studios - www.yh-designstudios.com © 2017 All Rights Reserved
X