Panoramica dell'Assemblea degli Ordinari Cattolici in Terra Santa (ACOHL)

Fin dalla sua fondazione nel 1992, l'Assemblea degli Ordinari Cattolici in Terra Santa (ACOHL) ha riunito i Vescovi/Eparchi/Esarchi della Chiesa Cattolica che hanno giurisdizione sul territorio della Terra Santa: Gerusalemme, Palestina, Israele, Giordania, Cipro.

Gli Ordinari cattolici appartengono a:

  • La Chiesa latina,
  • La Chiesa cattolica greca melchita,
  • La Chiesa maronita,
  • La Chiesa cattolica armena,
  • La Chiesa cattolica siriaca
  • La Chiesa cattolica caldea

I suoi statuti, approvati ad experimentum da Papa Giovanni Paolo II nel gennaio 1992, poi definitivamente nel novembre 2016 dalla Congregazione per le Chiese Orientali, ne fanno una personalità giuridica ecclesiastica.

È statutariamente presieduta dal Patriarca latino di Gerusalemme. Il vicepresidente è eletto dall'Assemblea per un periodo di 3 anni rinnovabili.

 

Attualmente, l'Assemblea è composta da 27 membri: di cui 5 Ordinari residenziali, 3 Esarchi, 8 Vicari Patriarchi, 8 Vescovi emeriti, 3 rappresentanti della Custodia di Terra Santa, nonché religiosi e religiose.

 

L'Assemblea degli Ordinari Cattolici di Terra Santa si riunisce due volte l'anno in una riunione ordinaria plenaria o in una riunione regionale straordinaria se necessario.

Lo scopo dell'ACOHL è di

  • Approfondire la comunione tra le Chiese cattoliche
  • Promuovere il coordinamento nel lavoro pastorale
  • Sostenere iniziative comuni
  • Promuovere il bene della religione
  • Osservare la disciplina ecclesiastica

Una dichiarazione viene pubblicata alla fine di ogni riunione. Tutte le dichiarazioni dell'ACOHL sono disponibili qui.

 

Parte integrante dell'ACOHL, la Commissione Giustizia e Pace è presieduta dal Patriarca emerito Michel Sabbah. Essa mira a contribuire alla riflessione della Chiesa sulla situazione in Terra Santa. Potete consultare i suoi lavori qui.

 

Dettagli di contatto: