Panoramica dell'Ufficio Liturgico

Storia

Fin dalla sua restaurazione nel 1847, il Patriarcato latino ha dato un'importanza speciale al lavoro liturgico. Così, anche se l'Ufficio Liturgico non è stato ufficialmente istituito fino al 2020, c'è sempre stato un sacerdote o un vescovo responsabile della liturgia all'interno del Patriarcato. Tra questi ultimi, possiamo menzionare il defunto Mons. Beltritti, Patriarca latino di Gerusalemme dal 1970 al 1988, o più recentemente Mons. Shomali, che ha studiato liturgia a Roma dal 1985 al 1989. Mons. Beltritti, nominato patriarca poco dopo il Concilio Vaticano II, ha voluto che i vari libri liturgici fossero tradotti in arabo, con la collaborazione dei sacerdoti della diocesi (tra cui il Rev. P. Georges Saba), per rispettare le raccomandazioni della Chiesa e della Santa Sede sulla lingua liturgica. Mons. Beltritti ha anche istituito una commissione liturgica, incaricata di tradurre in arabo e stampare i libri liturgici, come i libri di messa e i canti.

Precedentemente gestita interamente dalla Custodia di Terra Santa, la stampa dei libri liturgici è ora responsabilità esclusiva dell'Ufficio Liturgico del Patriarcato. Tuttavia, l'Ufficio continua a lavorare a stretto contatto con la Custodia su varie questioni.

Oltre alla Custodia, l'Ufficio Liturgico lavora anche con un'importante commissione liturgica, che copre la Diocesi del Patriarcato Latino, cioè Palestina, Israele, Giordania e Cipro. Questa commissione è composta da musicisti, latinisti, biblisti, parroci, religiosi, religiose e architetti.

Obiettivi

  • Organizzare il lavoro liturgico del Patriarcato: in altre parole, (ri)editare, scrivere, correggere e stampare libri liturgici (messali, libri di messa...).
  • Fornire ai sacerdoti materiale liturgico, in formato cartaceo o digitale, per aiutarli a preparare le cerimonie liturgiche, per esempio permettendo loro di proiettare documenti digitali durante le messe o di trovare fonti di ispirazione per le loro prediche.
  • Supervisionare le attività liturgiche (servizio all'altare, celebrazioni, ecc.) in tutta la diocesi. Per esempio, nel 2021, l'Ufficio ha lavorato alla redazione e alla pubblicazione di due manuali, uno per i chierichetti e l'altro per i loro tutori, per unificare il servizio all'altare in tutte le parrocchie.
  • Rinnovare ogni anno il libro dell'ordine, cioè il calendario liturgico della diocesi. Si pubblicano così due libri ogni anno, uno in latino e l'altro in arabo. Da notare che in arabo esistono due calendari: il calendario gregoriano e il calendario giuliano, usato in Giordania per le celebrazioni pasquali.

Materiali e documenti

Attraverso il sito web del Patriarcato Latino, l'Ufficio Liturgico fornisce regolarmente alla diocesi numerosi documenti per aiutare i sacerdoti ad organizzare le loro messe e celebrazioni liturgiche. Tra gli altri, vi si possono trovare i seguenti materiali:

  • Liturgia delle Ore
  • Nuovo Messale
  • Sacramenti e sacramentali
  • Architettura ecclesiastica
  • Cori
  • Servizi d'altare
  • Bollettini settimanali 
  • Suggerimenti di canti
  • Omelie
  • Inni (sotto forma di spartiti, canzoni registrate e testi)
  • Testi di celebrazione per tempi speciali, come Natale, Quaresima e Pasqua.

Durante la pandemia COVID-19, l'Ufficio ha adattato il suo lavoro fornendo molti documenti adatti alla visualizzazione tramite smartphone.

Poiché questi documenti sono destinati ad un pubblico di lingua araba, sono disponibili solo in arabo, e possono essere scaricati solo dalla versione araba del nostro sito web.

Tuttavia, il calendario liturgico è disponibile in tutte le lingue e può essere consultato da qualsiasi versione del sito. Chi non parla arabo può anche accedere alle Messe di tutti i Santi propri di Gerusalemme, disponibili in formato PDF.

Informazioni di contatto:

Responsabile dell'Ufficio: P. Aziz Halaweh

Email: [email protected]