Vicariato patriarcale latino per la Giordania

Vicariato patriarcale latino per la Giordania
Contact information:

LATIN PATRIARCHAL VICARIATE IN JORDAN                            
28 Princess Alia Street – Sweifieh
P.O.B. 851379 - 11185
Amman

Tel: +962 (06) 592 95 46/7;
Fax: 592 05 48
Email: [email protected]

Nel 1848, un anno dopo la restaurazione del Patriarcato latino di Gerusalemme, quella che allora era la Transgiordania ospitava una popolazione prevalentemente nomade e musulmana. La maggior parte dei cristiani erano di rito ortodosso. Quando il Patriarcato latino cominciò ad espandersi attraverso il Giordano, furono fondate le prime due missioni, rispettivamente a Ermemin e Fuheis. A poco a poco, le parrocchie si moltiplicarono: Kerak, Madaba, Hosson, Ajloun, Anjara... Oggi la Giordania ha il maggior numero di parrocchie di tutta la diocesi del Patriarcato; ci sono anche importanti luoghi di pellegrinaggio, come il luogo del battesimo (Maghtas) o il santuario mariano di Anjara.

 

Nel 1950, il nuovo Stato di Giordania fu consacrato ufficialmente dal re Abdullah. Molti rifugiati cattolici vi trovarono rifugio, cambiando la struttura della diocesi patriarcale. Allo stesso tempo, città come Zerka e Amman sono state sommerse da un esodo rurale. Mentre alcune comunità appassirono a causa della forte emigrazione all'estero, altre fiorirono e crebbero. Amman, per esempio, che nel 1940 aveva circa 500 fedeli, ne ha 16 volte di più venti anni dopo.

 

Oggi, la comunità cristiana in Giordania rappresenta tra il 3 e il 6% della popolazione del paese. È diviso in diversi riti: Ortodossi, ortodossi, cattolici orientali e latini, anglicani e protestanti. Altamente protetta dal Regno, questa comunità, in particolare la Chiesa latina, ha in cambio la possibilità di sviluppare numerose infrastrutture sociali ed educative a beneficio di tutta la popolazione.