Alcuni laici della Terra Santa partecipano al Forum Internazionale dell’ Azione Cattolica a Roma

Published: May 02 Tue, 2017

Alcuni laici della Terra Santa partecipano al Forum Internazionale dell’ Azione Cattolica a Roma Available in the following languages:

ROMA – Dal 27 al 30 aprile 2017, il Forum Internazionale di Azione Cattolica (FIAC) si è riunito a Roma in Assemblea Ordinaria internazionale. Una delegazione della Terra Santa, guidata dal Vescovo Giacinto-Boulos Marcuzzo, vicario patriarcale per Israele ha partecipato al convegno internazionale per presentare le attività apostoliche della diocesi e per partecipare ad un incontro emozionante e tonificante con il Santo Padre.

E ‘ nel ruolo di paese osservatore che la Terra Santa è stato invitata a questo raduno internazionale che celebrava contemporaneamente il 150 ° anniversario della fondazione dell’Azione Cattolica Italiana. La delegazione guidata da Mons Marcuzzo era composta da Mansour Bellomo e Carole Abu Akleh (una coppia accompagnata dai loro due figli gemelli) di Betlemme-Beit Jala, Renata Ayyad Shahwan, Anton Walid Shomaly di Beit Sahur e Elie Hajjar di Gerusalemme. Padre Mario Cornioli, sacerdote fidei donum del Patriarcato latino di Gerusalemme aveva coordinato la partecipazione di quest laici di Terra Santa, così come quella dei tre profughi di origine irachena che attualmente vivono in Giordania e in Italia.

Il tema centrale è stato: “L’ Azione Cattolica in missione con tutti e per tutti, ovunque e per sempre. “Il programma intenso e particolarmente interessante comprendeva: conferenze (sul problema dell’Unione europea, la crisi economica mondiale, la globalizzazione, i profughi …), testimonianze, visite a Roma dei luoghi dove l’Azione Cattolica esercita la sua missione: i campi profughi, le carceri, le associazioni di famiglie, il Parlamento e il Comune, le parrocchie, i pellegrinaggi, le attività artistiche e culturali, ecc.

Ma il momento clou della conferenza è stato l’incontro con il Papa Francesco, che, accompagnato dal cardinale Kevin Farrell, prefetto della Congregazione per i Laici, ha pronunciato una catechesi teologica e pastorale e ha compiuto gesti suggestivi che, nella loro semplicità e attualità, hanno emozionato i partecipanti.

Fra gli altri l’incontro con i gemelli di Betlemme, Anton e Lea, i quali hanno “insegnato” al Papa il segno della croce in arabo, in preparazione al suo viaggio in Egitto, il caloroso abbraccio con un prete dell’ Africa Centrale che dedica tutta la sua vita alla riconciliazione e alla lotta contro i conflitti tribali e ancora l’offerta al Papa di una piccola Bibbia trovata in una barca di profughi africani dopo la loro drammatico naufragio.

In queste riunioni, mons Marcuzzo ha potuto illustrare le attività apostoliche delle associazioni locali il cui scopo principale è di promuovere la giustizia e la pacifica convivenza tra tutti i popoli, religioni e culture in Terra Santa.

Domenica 30 aprile, tutti i partecipanti del FIAC sono stati invitati a celebrare i 150 anni dell’Azione Cattolica Italiana in piazza San Pietro. Per valorizzare l’anniversario, l’associazione italiana aveva organizzato una mostra sulle grandi personalità che hanno vissuto in essa: santi, beati, venerabili, capi di stato, sindaci, rettori e professori di università. Tra gli altri, l’attuale presidente dello stato italiano, Sergio Mattarella.

I partecipanti locali al FIAC.

https://www.youtube.com/watch?v=32xNg2Bcyi4

Foto di R.F., A.S. e dell’ Osservatore Romano