Dopo due anni di Covid, Nostra Signora del Monte Carmelo ritrova i suoi fedeli

By: Cécile Leca/ lpj.org - Published: May 03 Tue, 2022

Dopo due anni di Covid, Nostra Signora del Monte Carmelo ritrova i suoi fedeli Available in the following languages:

HAIFA – Quest’anno, ad Haifa, la processione di Nostra Signora del Monte Carmelo, che si svolge ogni anno partendo dalla parrocchia latina di san Giuseppe fino al Monastero Stella Maris, si è tenuta senza alcuna restrizione relativa al Covid, ed è stata partecipata da molti residenti da tutta la Terra Santa.

L’anno scorso, a causa della pandemia di Covid, la processione era stata trasformata in un convoglio di automobili che percorse tutta la strada fin sulla cima del Monte Carmelo. Questa Domenica, la terza di Pasqua, è tornata ad essere di nuovo la tradizionale marcia che è stata organizzata per più di un secolo (la prima processione ebbe luogo nel 1919, per riportare la statua del Monastero Stella Maris, spostata durante la Prima Guerra Mondiale, al suo santuario originale).

“Oggi abbiamo camminato. Oggi gioiamo. Ma alla fine dovremo tornare giù, alle nostre preoccupazioni e problemi quotidiani”, ha detto Sua Beatitudine mons. Pierbattista Pizzaballa, Patriarca latino di Gerusalemme, presso il Monastero Stella Maris al termine della processione. “Quindi, là dove andremo, dobbiamo portare la gioia di questa sera. Dobbiamo portare nella nostra vita di tutti i giorni la consolazione dello sguardo di nostra Madre, che oggi abbiamo ricevuto.”

Nel resto del mondo, Nostra Signora del Monte Carmelo è tradizionalmente celebrata il 16 luglio, data che commemora l’apparizione della Vergine Maria a san Simone Stock, un Carmelitano vissuto nel XIII secolo. Il 16 luglio 1251 ella gli apparve e gli diede lo Scapolare marrone, l’abito dei Carmelitani, oggi considerato anche un segno di fede e di pietà.