Festa della santa palestinese Maria Alfonsina

By: Miral Atik/ lpj.org - Published: November 20 Sun, 2022

Festa della santa palestinese Maria Alfonsina Available in the following languages:

TERRA SANTA - Nel fine settimana (18 e 19 novembre 2022), i fedeli hanno celebrato la santa palestinese Maria Alfonsina Ghattas, fondatrice della congregazione delle Suore del Rosario. Mons. William Shomali, vicario generale del Patriarcato latino di Gerusalemme, ha presieduto le due Messe celebrate rispettivamente nella chiesa di Nostra Signora di Fatima a Beit Sahour e in quella di Nostra Signora del Rosario a Mamilla, Gerusalemme.

Venerdì 18 novembre, i palestinesi dell'area di Betlemme si sono riuniti per la prima volta nella chiesa di Nostra Signora di Fatima per celebrare la canonizzazione di Santa Maria Alfonsina. "È davvero una santa umile. Ha servito la nostra comunità con amore e fedeltà in Terra Santa; ha insegnato il cristianesimo nelle scuole in lingua araba, ed è stata la prima a farlo", dice un abitante di Beit Sahour. "Siamo onorati di vivere nella terra in cui questa Santa è cresciuta", ha aggiunto.

A Gerusalemme, dove la Santa è nata, i fedeli hanno celebrato la Santa, attraverso la quale Madre Maria ha fondato questa la sua Congregazione. Con le suore, hanno espresso la loro gratitudine per ciò che Dio ha compiuto attraverso di lei. "L'umiltà, il silenzio e la riverenza verso la Madre di Dio e verso Gesù sono ciò che la vita di Maria Alfonsina mi ha insegnato, rafforzandomi nella mia fede cristiana... E poiché è nata qui a Gerusalemme, mi sento vicina a lei", ha detto Doris, che ha partecipato alla seconda Messa celebrata in onore della Santa il 19 novembre, a Mamilla.

Nell'omelia, mons. Shomali ha confrontato la definizione di grandezza di Dio con quella del mondo, dicendo: "I ricchi, le celebrità e i politici sono lodati dal mondo, ma agli occhi di Dio quelli degni di essere lodati sono i miti e gli umili, coloro che Lo servono e si mettono in comunione con Lui in preghiera, e soprattutto che amano il prossimo come se stessi ". I due più grandi comandamenti che Dio ci ha dato sono di amare Dio con tutto il cuore e il prossimo come noi stessi (Matteo 22:37-39). "È così che ha vissuto la nostra Santa Maria Alfonsina, al servizio di Dio e del popolo di questa Terra Santa, servendo in diverse città per 35 anni. È nostra figlia, la figlia di Gerusalemme", ha aggiunto Mons. Shomali sottolineando le impronte che ha lasciato in questa terra. "Ha vissuto ciò che ha insegnato e insegnato ciò che ha vissuto".

Fatti su Santa Marie-Alphonsine:

  • Nata il 4 ottobre 1843, i suoi genitori la chiamarono "Soultanah", Regina in arabo, dal nome di Nostra Signora, Regina del Cielo e della Terra.
  • Lo stesso anno, il 19 novembre, all'età di un mese e mezzo, riceve il nome di battesimo, Marie.
  • Cinque anni dopo, Soultanah iniziò a frequentare la scuola presso le Suore di San Giuseppe dell'Apparizione.
  • Nel 1860, dopo un postulantato di due anni presso le suore di San Giuseppe, ricevette, all'età di diciassette anni, l'abito religioso e il suo nuovo nome, Alphonsine, che significa pronta alla battaglia.
  • Dopo la professione dei voti, nel 1863, fu assegnata all'insegnamento in una scuola pubblica di Gerusalemme.
  • Tra il 1874 e il 1879 ebbe quattro apparizioni della Vergine Maria, durante le quali la Madre di Dio le chiese di fondare la congregazione del Rosario.
  • Fondò un orfanotrofio ad Ain Karem e creò la Confraternita dell'Immacolata Concezione e la Confraternita delle Madri Cristiane.
  • Verso la fine della sua vita, la sua salute cominciò a cedere. Morì il 25 marzo 1927, giorno della solennità dell'Annunciazione.
  • È stata beatificata nel 2009 e canonizzata da Papa Francesco il 17 maggio 2015.

Per vedere tutte le foto della celebrazione, cliccare qui.