I giovani del Vicariato di San Giacomo mettono in scena "Ruth", un musical per sensibilizzare e promuovere la tolleranza

By: Cécile Leca/ lpj.org - Published: July 01 Fri, 2022

I giovani del Vicariato di San Giacomo mettono in scena "Ruth", un musical per sensibilizzare e promuovere la tolleranza Available in the following languages:

GERUSALEMME - Quest'anno i giovani del Vicariato di San Giacomo hanno messo in scena il musical "Ruth", basato sulla storia biblica di una moabita che sposò un israelita e lasciò, da giovane vedova, il suo paese per seguire la suocera Noemi in Giuda.

Nell'Antico Testamento, la storia di Ruth è raccontata nel libro che porta il suo nome, mentre nel Nuovo Testamento è citata nel Vangelo di Matteo. Nata in Moab, sposata a un israelita, decide, dopo la morte di quest'ultimo, di lasciare il suo popolo per seguire la suocera Naomi nella città natale di quest'ultima, Betlemme. Lì, nonostante le difficoltà dovute alle sue origini straniere, Ruth trova infine una nuova casa, sposando un uomo di nome Booz e dandogli un figlio, Obed (il padre di Jesse e nonno del re Davide).

"Ruth è la storia di una straniera che trova la sua strada verso l'appartenenza con l'aiuto della gente del posto - spiega p. Piotr Zelasko, vicario patriarcale del vicariato di San Giacomo - Il nostro messaggio ai giovani e al mondo è che oggi Dio è fedele e si prenderà sempre cura di noi. Il sostegno della gente del posto può essere un fattore decisivo per trovare il proprio posto in una società straniera".

In effetti, quando si proviene da un contesto straniero e si incontrano difficoltà nell'essere accettati legalmente dal Paese in cui si è nati, la storia di Ruth assume un significato completamente nuovo e più profondo. Per i 30 giovani che si sono esibiti, Ruth è un modello, un faro di speranza e un esempio di immigrazione riuscita che tutti sperano di raggiungere un giorno. "Siamo nati in questo Paese e cresciuti nella cultura locale", dicono. "In cosa siamo diversi da chiunque altro viva qui?".

Per sensibilizzare l'opinione pubblica su queste situazioni, il musical, che è stato rappresentato non solo in Terra Santa ma anche all'estero; ha intrecciato la storia biblica di Ruth con alcune storie personali di bambini che rischiano la deportazione e che lottano per ottenere uno status di cittadinanza legale. 

Per maggiori informazioni sull'iniziativa