Il Patriarca Pizzaballa visita il Patriarcato greco-ortodosso per gli auguri di Pasqua

By: Layal Hazboun/ lpj.org - Published: May 06 Thu, 2021

Il Patriarca Pizzaballa visita il Patriarcato greco-ortodosso per gli auguri di Pasqua Available in the following languages:

GERUSALEMME - Martedì 4 maggio 2021, Sua Beatitudine Pierbattista Pizzaballa, Patriarca latino di Gerusalemme, ha visitato il Patriarcato greco-ortodosso di Gerusalemme accompagnato dal Vescovo Monsignor Boulos Marcuzzo e da alcuni sacerdoti del Patriarcato latino, per fare gli auguri pasquali secondo il calendario giuliano

Sua Beatitudine il Patriarca Teofilo III ha accolto calorosamente per l’occasione il Patriarca Pizzaballa. Erano presenti il vescovo Hosam Naoum, vescovo della diocesi anglicana di Gerusalemme, l'arcivescovo Anba Antonious, metropolita copto di Gerusalemme e del Vicino Oriente, e diversi altri sacerdoti e capi delle Chiese di Gerusalemme.

Nel suo messaggio, S. B. Pizzaballa ha parlato della situazione dovuta alla pandemia di Coronavirus da un anno a questa parte, che ha cancellato qualsiasi tipo di programma pastorale e comunitario, costringendo a chiudere chiese e scuole, impedendo ipellegrinaggi e lasciando molti senza lavoro. Il Patriarca ha aggiunto che, in occasione della Pasqua: “Noi Chiese di Gerusalemme abbiamo il dovere di preservare la testimonianza luminosa del Risorto di fronte al mondo intero e in primo luogo per le nostre comunità, in Palestina, in Israele, in Giordania e soprattutto a Gerusalemme , la Città Santa che conserva la memoria di tutta la storia della rivelazione, della morte e risurrezione di Cristo, e che ha una vocazione universale, che riguarda tutto il mondo, e per questo deve restare aperta a tutti ”.

Da parte sua, il Patriarca Teofilo III ha sottolineato il significato della Pasqua, specialmente a Gerusalemme, perché è qui che Gesù è risorto. Ha aggiunto che i fedeli della Terra Santa hanno un messaggio da dare al mondo, perché testimoniano la risurrezione di Cristo. Sua Beatitudine ha concluso esprimendo sentimenti di sostegno da parte delle Chiese per i fedeli di tutto il mondo, a causa della crisi che l'epidemia ha provocato.

Mons. Hosam Naoum ha salutato tutti i partecipanti, esprimendo la sua gioia di essere presente in quell’occasione speciale, come nuovo Vescovo della diocesi anglicana di Gerusalemme. Hapoi continuato dicendo: “La risurrezione di Cristo ci ha donato una nuova vita. Ci ha dato speranza, per avere perseveranza e forza".

Al termine della visita, il Patriarca Teofilo III ha consegnato le uova di Pasqua ai vescovi e ai sacerdoti presenti.