La comunità dell'Emanuele festeggia i suoi 20 anni di presenza in Terra Santa

Published: March 29 Wed, 2017

La comunità dell'Emanuele festeggia i suoi 20 anni di presenza in Terra Santa Available in the following languages:

TIBERIADE – La Comunità dell’Emmanuel ha celebrato, presso l’Oasi di Tiberiade questo 25 marzo 2017, in occasione della festa dell’Annunciazione, i suoi 20 anni: anniversario anche del ritorno al Padre del Fondatore, Pierre Goursat, la cui causa di beatificazione è attualmente introdotta a Roma. Una serata in cui la recita dei Vespri dell’Annunciazione si è svolta tra le melodie regalate da un quartetto di musicisti di alto livello e le luci del sole al tramonto sul mare di Galilea sul quale si affacciano, come un balcone, i giardini dell’Oasi!

Come proseguimento della solenne celebrazione dell’Annunciazione a Nazareth nella mattina del 25 marzo, la Comunità dell’Emmanuel, nel pomeriggio, ha continuato la festa nell’Oasi, presso il lago di Tiberiade sul quale si affacciano, con vista sul mare di Galilea, i giardini della casa, dedicata alla Vergine Maria, e luogo tanto caro al Signore Gesù.

Mons. Pierbattista Pizzaballa, Amministratore apostolico del Patriarcato latino di Gerusalemme, ha onorato la celebrazione della sua partecipazione, accompagnato da mons. Giacinto-Boulos Marcuzzo, Vicario patriarcale latino per Israele e da mons. Kamal Bathish, vescovo emerito di Gerusalemme. Erano presenti anche Philippe e Florence Boisredon, Delegati del Moderatore della Comunità dell’Emmanuel per l’Asia, e il sig. Philippe Quentin, professore del CNRS francese e dell’Università di Bordeaux, tutti i membri della Comunità dell’Emmanuel di Terra Santa e tanti amici, soprattutto dalla Galilea.

Il direttore dell’Oasi, Pierre-Yves Augier, e il professor Philippe Quentin hanno rivolto a tutti i partecipanti un caloroso augurio di buona festa e hanno dato il benvenuto, in francese e inglese. Hanno inoltre presentato una breve panoramica della storia e della missione della comunità carismatica e del suo fondatore, Pierre Goursat, di cui è stato già avviato a Roma il processo di beatificazione. La Comunità, diffusa in 57 paesi, conta adesso 11.000 membri in tutto il mondo, tra cui 230 sacerdoti e 200 consacrati nel celibato.

Un quartetto di giovani musicisti ha condotto una meditazione musicale con grande talento, sotto la direzione di Emile Bishara, liutista ben conosciuto nel paese, di Bishara Khoury, giovane virtuoso del violino, di Anan Awwad, percussionista, e di Rula Hakim solista, la cui voce ha commosso tutti i partecipanti con le tradizionali melodie dedicate alla Vergine Maria. I concertisti hanno anche allietato i presenti con alcune originali composizioni musicali di eccellente livello.

Questa forma di contemplazione ha naturalmente introdotto all’Ufficio dei Vespri dell’Annunciazione, recitati in questa maestosa cornice sul lago di Galilea, alla luce di un sole al tramonto i cui raggi crepuscolari facevano brillare i colori di una verdeggiante primavera.

Mons. Pizzaballa ha presieduto l’Ufficio, affiancato dal giovane padre Patrick Monnier, sacerdote dell’Emmanuel e studente presso l’Istituto biblico di Gerusalemme, e da padre Elias Daw, della Chiesa melchita conosciuto da tutti e amico della Comunità. La liturgia propria di questa giornata riuniva provvidenzialmente i partecipanti provenienti da varie Chiese cristiane, che si sono alternati ai salmi, alle letture, agli inni e alle preghiere di intercessione. In conclusione dell’Ufficio, la benedizione dell’Amministratore Apostolico.

Questo bellissimo incontro, in una serata così mite, si è concluso con un buffet tipicamente francese e tutti, arricchiti da questi bei momenti di musica e preghiera, hanno potuto godere dell’incontro con gli amici dell’Oasi dalle origini più diverse e con i membri della comunità dell’Emmanuele che li hanno accolti.

Serata, questa, certo da ricordare! Ma l’Oasi dell’Emmanuel riserva altre sorprese per la prossima festa dell’Annunciazione di domenica 25 marzo 2018.

Testo e foto di Pierre-Yves e Marie-Claire dell’Oasi dell’Emmanuel.

www.oasis-emmanuel.com