Mons. Marcuzzo presenta il libro “Lo stupore di Dio” su papa Albino Luciani

Published: September 26 Thu, 2019

FARRA DI SOLIGO – Sabato 14 settembre, a Farra di Soligo (TV), si è svolta la presentazione del libro “Lo stupore di Dio, Vita di Papa Luciani” a cui ha preso parte il Vicario patriarcale latino per Gerusalemme e Palestina, mons. Giacinto-Boulos Marcuzzo in virtù del contributo parziale da lui offerto alla redazione dell’opera.

La data ha conciso con il 75° anniversario di un evento drammatico consumatosi proprio a Soligo (TV) durante la seconda guerra mondiale. Nel 1944 infatti in questo luogo si consumò un massacro perpetrato dalle forze nazi-fasciste nei confronti di otto persone e l’incendio di molte case.

Per l’anniversario dell’eccidio tutta la cittadinanza e le autorità cittadine si sono riunite per la celebrazione di una santa messa e la commemorazione del tragico evento che ha visto mons. Marcuzzo piantare un albero di ulivo in segno di pace. Oltre al parroco, Don Brunone De Toffol, erano presenti circa 250 persone e, tra le autorità civili, assistevano due onorevoli e l’assessore municipale, Sig.ra Maria Teresa Bianco. Al termine della piantatura ci si è stretti attorno all’ulivo per recitare una preghiera per la pace, la stessa recitata dal Papa Francesco nei giardini vaticani davanti ai presidenti di Israele e Palestina, rispettivamente Shimon Peres e Mahmoud Abbas, nel loro ormai famoso incontro-preghiera di pace nel 2014.

Dopo la commemorazione e prima della presentazione del libro invece, si è tenuta la consegna della cosiddetta “Campana della pace di Rovereto” all’indirizzo dell’On. Roger De Menech da parte di mons. Marcuzzo e dell’ex senatore Valentino Perin, curatore di questa iniziativa. Quindi si è proceduto alla presentazione del libro, nella vicina Farra di Soligo. Presente naturalmente l’autore, Nicola Scopelliti, che ha ampliato e completato l’opera redatta originariamente circa 15 anni fa da lui stesso e dal defunto Don Francesco Taffarel. Alla versione originale Scopelliti, ha aggiunto numerose altre testimonianze, comprese quelle offerte da mons. Marcuzzo che ebbe il piacere di conoscere Luciani ai tempi in cui entrambi frequentavano la diocesi di Vittorio Veneto: Luciani in qualità di vescovo e Marcuzzo come giovane seminarista all’Istituto Missionario San Pio X di Oderzo.

L’incontro è stato mediato dal Prof. Luigi Floriani, che prima ha presentato gli ospiti e poi ha fatto, a grandi linee, la presentazione esterna di questa opera di 600 pagine, pubblicata da Edizioni Ares, basata su centinaia di testimonianze delle diverse tappe della vita di papa Luciani, contenente la preziosa prefazione del card. Pietro Parolin, attuale Segretario di Stato.

Dunque ha dato la parola a mons. Marcuzzo che ha esposto ai presenti “Il papa del sorriso” soffermandosi su tre aspetti principali: il vescovo Luciani come un incomparabile pastore-catechista, il Luciani come promotore di unità ecclesiale e della missione, e il Luciani come partecipante attivo al Concilio Vaticano II e suo diligente realizzatore pastorale. Aspetti che il vescovo Marcuzzo ha illustrato abbondantemente anche con alcuni esempi, aneddoti e foto della sua esperienza personale. Si è inoltre dichiarato compiaciutissimo che Albino Luciani, papa Giovanni Paolo I, sia già stato proclamato venerabile e ha espresso la sua viva speranza che la causa del miracolo in corso a Roma sfoci nella sua beatificazione.

La parola passò poi a Nicola Scopelliti, giornalista e co-autore, che ha presentato il Luciani come persona, come uomo di cultura, ottimo scrittore e papa delle sorprese. Tra l’altro ha spiegato il curioso titolo, “stupore di Dio”.

La presentazione del libro è stata intervallata da una serie di canti di pace, anche in inglese, intonati dalla corale della parrocchia della Madonna Assunta di Farra di Soligo.

Filippo De Grazia