Nablus: I parrocchiani di Rafidia accolgono il loro nuovo parroco, don Miguel Perez Jimenez

By: lpj.org - Published: August 24 Tue, 2021

Nablus: I parrocchiani di Rafidia accolgono il loro nuovo parroco, don Miguel Perez Jimenez Available in the following languages:

RAFIDIA, Nablus - Domenica 22 agosto 2021, don Miguel Perez Jimenez ha preso possesso della Parrocchia di Rafidia a Nablus, durante una Santa Messa, presieduta dal Vicario patriarcale latino per la Palestina, S. E. Mons. Boulos Marcuzzo, e concelebrata dall'Arcivescovo di Tunisi, S. E. Mons. Ilario Antoniazzi. Alla Messa hanno partecipato don Davide Meli, Cancelliere del Patriarcato Latino, le Suore del Rosario, le Missionarie della Carità di Madre Teresa e i parrocchiani di Rafidia.

La celebrazione è cominciata all'ingresso principale della chiesa, dove il vescovo Boulus Marcuzzo ha consegnato la chiave della parrocchia di San Giustino a don Miguel, che ha benedetto la porta d’ingresso con incenso e acqua santa. All'interno della chiesa, don Davide ha poi letto il Decreto di nomina. Il Vicario Patriarcale ha quindi consegnato al nuovo Pastore tre oggetti , simboli della sua nuova missione: la stola, indossata da don Miguel come segno del ministero sacerdotale del Buon Pastore, il Lezionario, ad indicare il servizio della Parola di Dio, e infine la chiave del Tabernacolo, simbolo della grazia di donare il Sacramento dell'Eucaristia.

Nella sua omelia, Mons. Marcuzzo ha parlato della bella coincidenza che collegava il luogo in cui si trovavano alla Prima Lettura, con il racconto dell’assemblea di Giosuè e delle tribù a Sichem, dove il popolo aveva solennemente scelto di servire il Signore, Dio dei Padri.

Il Vicario patriarcale ha anche sottolineato l'importanza di quella celebrazione, che vedeva la presenza di cristiani della prima Chiesa, con un messaggio di speranza per tutti, per essere quella luce, quel sale e quel lievito di cui Gesù ha parlato nel Vangelo.

La celebrazione si è conclusa con le congratulazioni, a nome del Patriarca Pierbattista Pizzaballa, di S. E. Mons. Marcuzzo a Nicola Saadeh, per aver ottenuto agli esami di maturità (chiamati Tawjihi) il punteggio più alto di tutte le scuole palestinesi del Patriarcato latino (99.4).

Dopo la messa, nella sala parrocchiale i fedeli hanno salutato don Miguel e hanno ringraziato il Vescovo Marcuzzo. Il nuovo parroco si è poi rivolto alla gente ringraziandola della loro presenza.

Don Miguel, accompagnato dal vescovo e dal clero, si è preso un po' di tempo per visitare i residenti di una casa di riposo per anziani, gestita dalle Missionarie della Carità. Il gruppo ha anche visitato la Chiesa greco-cattolica ed è andato a trovare nella sua casa di Birzeit don Manuel Moussallam, sacerdote del Patriarcato latino in pensione.

Nato a Murcia in Spagna, don Miguel è il 32° sacerdote che prende possesso della Parrocchia di Rafidia come parroco. È entrato nel Seminario Redemptoris Mater in Galilea, dove nel 2016 ha conseguito la laurea in Filosofia. Nel 2018 è stato ordinato sacerdote e ha prestato servizio come vicario nella parrocchia di Fuheis in Giordania.