L’Ospizio dell’Arcangelo Michele a Paphos: una straordinaria istituzione a Cipro

Published: August 03 Fri, 2018

L’Ospizio dell’Arcangelo Michele a Paphos: una straordinaria istituzione a Cipro Available in the following languages:

 

PAPHOS – A Cipro ci sono quattro parrocchie cattoliche: Larnaca, Limassol, Nicosia e Paphos. Quella di Paphos è l’unica parrocchia ad essere sotto la diretta giurisdizione del Patriarcato latino di Gerusalemme, mentre le altre sono gestite dai frati francescani. La parrocchia di Paphos si impegna in modo particolare nell’aiuto delle persone in difficoltà attraverso la Caritas ed un importante progetto parrocchiale: l’ospizio dell’Arcangelo Michele.

Una parrocchia recente…

Fu a partire dal 1974, in seguito all’invasione del Nord dell’isola da parte dei Turchi, che la popolazione di Paphos iniziò a crescere e ad accogliere molte famiglie. Le vere attività religiose iniziarono più tardi nel 1987, quando la chiesa Agia Kyriaki fu affidata alla parrocchia latina dal vescovo greco ortodosso Chrysostomos. Questa chiesa è molto nota perché è costruita sui resti della più grande basilica pre-cristiana dell’isola. Sul sito archeologico che circonda la chiesa, si trova la colonna dove san Paolo, secondo la tradizione, fu flagellato dinanzi al governatore romano Sergius Paulus convertitosi poi al Cristianesimo. Questa chiesa è diventata un vero luogo di pellegrinaggio. Alcune persone vengono da tutto il mondo per celebrarvi il matrimonio. Nel 1992, lo stesso vescovo accettò di lasciare che i cattolici latini celebrassero la loro adorazione nella chiesa ortodossa di San Nicola. A Paphos esistono anche due cappelle e altre chiese come la chiesa domenicana, la chiesa agostiniana e la chiesa francescana.

Sebbene siano circa oltre cinquemila i ciprioti greci di Paphos, le attività della parrocchia rimangono relativamente semplici. Il sacerdote è responsabile di tutti i sacramenti. Quattro gruppi si occupano dell’animazione pastorale. Il primo nell’oratorio, chiamato San Giovanni Paolo II. Il secondo organizza un gruppo biblico guidato dal parroco, dove i partecipanti si riuniscono per riflettere di più sulle letture della messa domenicale. Gli altri due gruppi sono gruppi di preghiera: il gruppo El Shaddai e il gruppo della Divina Misericordia.

…al servizio delle persone bisognose

Oltre alla Caritas di Cipro che fornisce servizi eccezionali sull’isola e a Paphos nutrendo i poveri, assistendo i migranti e gli anziani attraverso programmi medici, fisici ed educativi, il progetto di punta della parrocchia è rappresentato dall’ospizio dell’Arcangelo Michele che è nato tre anni fa.

Situato a Mesa Chorio, l’ospizio, con una capacità di dieci posti letto, offre un servizio gratuito di alta qualità per le persone con cancro, malattie gravi e incurabili, insufficienza cardiaca, malattie respiratorie e malattie renali allo stadio terminale. La struttura accoglie tutte le persone bisognose indipendentemente dall’origine, dalla religione, dall’orientamento sessuale.

Specializzata in cure palliative, la struttura offre il massimo comfort e strutture all’avanguardia per i pazienti. Spaziose e personali, le camere sono dotate di letti elettrici rimovibili e di una connessione per l’ossigeno. Una stanza speciale per i bambini è stata sistemata in modo che possano sentirsi perfettamente a casa in un ambiente divertente. È anche l’unica struttura a Cipro che offre un dispositivo per i più giovani. Un team di medici, infermieri, psicologi, fisioterapisti e volontari si alternano continuamente per garantire il miglior servizio e cure immediate quando necessario.

Le cure palliative soddisfano non solo le esigenze mediche ma anche i bisogni emotivi, sociali, pratici, psicologici e spirituali. Questo è il motivo per cui i pazienti cristiani hanno accesso a una cappella, mentre quelli di altre religioni hanno a disposizione una stanza per la preghiera disposta solo per loro. Anche le famiglie dei pazienti possono rimanere diverse notti sul posto se ne sentono la necessità. Tutto è pianificato per questo scopo. Inoltre, pazienti, famiglie, medici e volontari possono incontrarsi in una grande sala o su una grande terrazza all’aperto. Questi due luoghi sono veri e propri luoghi di vita dove ognuno può giocare a giochi di società messi a disposizione dall’istituzione.

Un progetto che ha un costo

Dopo diversi decenni di riflessione su questo progetto, l’istituzione è stata inaugurata tre anni fa. Più di due milioni di euro sono stati investiti, grazie alla generosità dei donatori, ma ci sono delle opere da completare, come parte del pavimento. In termini di funzionamento annuale, la struttura costa tra € 300.000 e € 350.000. Una stanza costa 110 € per notte.

Ma come finanziare questi servizi offerti gratuitamente? Sull’isola ci sono sei negozi gestiti da volontari, per lo più in pensione. Questi negozi sono forniti solo da beni – vestiti, mobili, oggetti di ogni tipo – ottenuti grazie alle donazioni dei ciprioti. Gli articoli in buone condizioni o che possono essere riutilizzati vengono messi in vendita. I profitti vengono donati all’ospizio. Oltre a questa operazione collaborativa, l’istituzione ha una dozzina di sponsor che la supportano. È anche possibile sostenere direttamente il progetto facendo una donazione sul sito dell’Archangel Michel Hospice.

Vivien Laguette