frFrançais

GERUSALEMME – Domenica 5 novembre 2017, presso la Maison d’Abraham, l’Unione delle Superiore religiose di Terra Santa (USRTS) per Gerusalemme e la Palestina ha organizzato una mattinata di formazione per le religiose e le consacrate che vivono e operano nella regione.

Domenica mattina, la Maison d’Abraham ha accolto più di cento religiose e consacrate per un incontro di formazione proposto dall’Unione delle Superiore religiose di Terra Santa (USRTS).

Dopo l’ufficio delle Lodi e un momento di scambio informale attorno ad una sobria colazione, le suore sono state divise in quattro gruppi linguistici (arabo, inglese, italiano e francese) per avviare il ciclo della formazione condotto su tre riunioni.

Quest’anno l’USRTS dedica la formazione delle religiose alla riflessione intorno alla Iuvenescit Ecclesia, la lettera che la Congregazione per la Dottrina della Fede, nel maggio 2016, ha rivolto ai Vescovi della Chiesa cattolica, sulla relazione tra i doni gerarchici e carismatici per la vita e la missione della Chiesa.

Come ha scritto alle religiose p. Marco Riva, S.C., assistente ecclesiastico dell’USRTS, «questa lettera può offrire molti elementi per la comprensione della vita consacrata nella Chiesa, specialmente attraverso la precisione del termine coessenzialità che è un felice punto di arrivo dell’Ecclesiologia del Vaticano II». Le suore sono quindi state guidate nella riflessione sul carisma della loro Congregazione o Istituto e su quello della Chiesa come Istituzione. Come indicato nella Iuvenescit Ecclesia: «Colui che ha ricevuto il dono di guidare la Chiesa ha anche il compito di garantire il corretto esercizio degli altri carismi, in modo che tutti concorrano al bene della Chiesa e alla sua missione evangelizzatrice, sapendo anche che è lo Spirito Santo a distribuire i suoi doni come vuole (1 Cor 12, 11)». È fondamentale capire bene questa coessenzialità per bene viverla.

Sono stati quattro i sacerdoti, uno per ogni gruppo linguistico, a guidare nell’approfondimento: p. Claudio Bottini ofm, professore emerito presso lo Studium Biblicum Franciscanum per l’italiano; mons. Michael L. Fitzgerald, M.A., per le religiose francesi; p. Lionel Goh, OFM, direttore della Biblioteca della Custodia per l’inglese; e p. Hicham Chemali, SJ, professore presso l’Università di Betlemme, per le suore di lingua araba.

Dopo questo tempo di formazione, mons. Giacinto-Boulos Marcuzzo ha ritrovato tutte le religiose per presiedere alla Santa Messa nel parco della Maison, di fronte al monte Moriah.

Durante l’anno, le suore si riuniranno di nuovo per riprendere questo studio e per crescere nel carisma del loro fondatore e nell’amore della Chiesa.

Cécile Klos

Flickr Album Gallery Powered By: Weblizar
image_print
Designed and Powered by YH Design Studios - www.yh-designstudios.com © 2017 All Rights Reserved
X