GERUSALEMME – Domenica 18 settembre 2016, presso la chiesa di San Salvatore, a Gerusalemme si è celebrata una Messa di ringraziamento per la canonizzazione di Madre Teresa. Nello stesso giorno anche a Nazareth è stata celebrata una messa solenne in onore della Santa.

La Messa è stata presieduta da mons. William Shomali, vicario patriarcale per Gerusalemme e la Palestina, e concelebrata da padre Francesco Patton, OFM, Custode di Terra Santa, e da Padre Firas Hijazin, alla presenza di molti sacerdoti, dei missionari della carità che prestano servizio a Gerusalemme, Nablus, Betlemme e Gaza, da religiosi, religiose e fedeli della chiesa di San Salvatore.

La celebrazione è iniziata con la processione di ingresso dei sacerdoti guidati dai Missionari della Carità. La liturgia è stata celebrata in arabo, italiano e inglese. Nella sua omelia, il vescovo Shomali ha ricordato al pubblico come Santa Madre Teresa abbia vissuto le parole di Gesù sulle Vergini sagge (Mt 25, 13ss.). Ha ricordato anche la visita della Santa al Seminario di Beit Jala nel 1980. Tutto il suo lavoro e la sua missione sono stati frutto del suo amore per Dio e per Gesù Cristo che ha riconosciuto nei più poveri e nei più bisognosi.

Il Vicario patriarcale ha concluso la sua omelia sottolineando due cose: «Madre Teresa è una grande santa che ha servito per tutta la vita e continua a farlo dopo la sua morte, perché i santi sono i nostri intercessori, sono i nostri fratelli e sorelle anziani nella fede. Seguendola, ci invita ad amare i più poveri tra i poveri. Iniziamo con l’amare i nostri genitori, i nostri vicini, e chi cerca il nostro aiuto», ha detto mons. Shomali.

Oltre al pane e al vino, vari oggetti, significativi per la vita di Santa Teresa, sono stati portati all’altare durante la processione offertoriale: la sua foto, cimeli, una croce, un sari che è l’abito indossato dalle suore Missionarie della Carità, la Costituzione della Congregazione, un rosario, un cesto d’uva, un enorme pezzo di pane e fiori.

Padre Firas ha ringraziato mons. Shomali e tutti i sacerdoti presenti per la celebrazione della Messa. Egli ha anche ringraziato tutti coloro che hanno contribuito alla preparazione della manifestazione. La Messa è stata animata da due cori: quello di «Fursan Al-Quds» (Cavalieri di Gerusalemme) e di «Al-Raja», diretto da Hani Qretim e Giacobbe Ghazzawi.

Sempre domenica 18 settembre, anche a Nazareth, con la presidenza di mons. Giacinto-Boulos Marcuzzo, vicario patriarcale in Israele, è stata celebrata una messa solenne di ringraziamento cui hanno partecipato numerosi fedeli e religiosi. Durante la medesima celebrazione, un fratello del ramo contemplativo dei Missionari  della Carità ha emesso i suoi voti. Il Vescovo di Nazareth ha successivamente benedetto la casa dei Missionari della Carità con la nuova cappella dedicata alla adorazione perpetua.

 

Le Suore Missionarie della Carità

Madre Teresa in visita al seminario di Beit-Jala nel 1982

Madre Teresa in visita al seminario di Beit-Jala nel 1982

Le Suore Missionarie della Carità, sono arrivate nella diocesi del Patriarcato latino di Gerusalemme nel 1970. Esse custodiscono diverse case di accoglienza per persone anziane o disabili. Le suore esercitano anche un grande apostolato presso le famiglie dei quartieri in cui risiedono, in special modo presso i poveri, i bambini e i più bisognosi. La Terra Santa ospita anche una comunità di Fratelli Missionari della Carità, ramo contemplativo, a Nazareth.

seminary-beit-jala-8-11-1982-pic04Nel novembre 1982, Madre Teresa si è recata in visita in Terra Santa, precisamente a Gerusalemme, Beit-Jala, Nablus e Gaza. Sempre nel 1982, durante l’assedio di Beirut, ella ha condotto le parti in conflitto ad accettare un cessate il fuoco allo scopo di salvare 37 bambini malati intrappolati nella città. Quando si è recata a Gaza e gli addetti alla sicurezza le hanno chiesto se aveva con se un’arma, ha risposto. “Oh certamente, i miei libri di preghiera”.

 

Foto Gerusalemme: Nadim Asfour / CTS

DSC_2359.jpgDSC_2191.jpgDSC_2199.jpgDSC_2202.jpgDSC_2205.jpgDSC_2227.jpgDSC_2247.jpgDSC_2269.jpgDSC_2276.jpgDSC_2289.jpgDSC_2294.jpgDSC_2300.jpgDSC_2309.jpgDSC_2311.jpgDSC_2313.jpgDSC_2321.jpgDSC_2324.jpgDSC_2328.jpgDSC_2334.jpgDSC_2336.jpgDSC_2339.jpgDSC_2341.jpgDSC_2348.jpgDSC_2353.jpgDSC_2367.jpgDSC_2369.jpgDSC_2376.jpgDSC_2377.jpgDSC_2379.jpgDSC_2382.jpgDSC_2385.jpgDSC_2389.jpgDSC_2396.jpgDSC_2401.jpgDSC_2405.jpgDSC_2409.jpgDSC_2416.jpgDSC_2426.jpgDSC_2427.jpgDSC_2430.jpgDSC_2437.jpgDSC_2449.jpgDSC_2451.jpgDSC_2467.jpg

Foto Nazaret : Vicariato di Nazaret

P1370456.JPGSeminary Beit Jala, 8.11.1982.Pic05.jpgSeminary Beit Jala, 8.11.1982.Pic07.jpgSeminary Beit Jala, 8.11.1982.Pic08.jpgSeminary Beit Jala, 8.11.1982.Pic04.jpgP1370457.JPGP1370460.JPGP1370475.JPGP1370478.JPGP1370487.JPGP1370497.JPGP1370514.JPGP1370517.JPGP1370526.JPGP1370527.JPGP1370537.JPGP1370542.JPGP1370548.JPGP1370557.JPGP1370565.JPGP1370569.JPGP1370582.JPGP1370588.JPGP1370590.JPG
image_print
Designed and Powered by YH Design Studios - www.yh-designstudios.com © 2017 All Rights Reserved
X