arالعربية frFrançais

NAZARETH – Suor Anna Adelaide Prandina, suora delle Figlie di Sant’Anna, e Superiora della comunità di Nazareth ha celebrato, sabato 13 maggio 2017, il giubileo d’oro della sua consacrazione religiosa presso la casa di riposo “San Francesco”, a Nazarethh.

Circondata dalla Provinciale, suor Anna Isabel, e da dieci sorelle, che rappresentano le comunità di Nazareth, Sefforis, Haifa e Betlemme, erano presenti alla cerimonia anche tutta la famiglia della Casa, il direttore P. Mudhar, le religiose, il personale e molte persone anziane. Mons. Marcuzzo, Vicario patriarcale latino in Israele, ha presieduto la Messa concelebrata dai sacerdoti provenienti dalle comunità vicine.

Suor Anna Adelaide è nata 71 anni fa a San Pietro in Gu (Padova). Ha fatto la sua prima professione nel 1967 a Piacenza e si è specializzata in infermieristica, conseguendone il diploma. Ha praticato il suo lavoro di infermiera in cliniche, ospedali e nelle case della congregazione in diversi luoghi dell’Italia. Nel 1983 è andata in missione in Etiopia (11 anni) e Kenya (8 anni) come madre superiora e infermiera. Dal 2002, ha lavorato assiduamente come infermiera alla casa “San Francesco” di Nazareth, assumendo anche l’incarico di consigliera e segretaria provinciale. Dal 2012, è anche la Superiora della comunità di Nazareth.

Mons. Marcuzzo ha espresso direttamente il suo saluto e i suoi auguri anche a nome della Chiesa locale e dell’Amministratore Apostolico del Patriarcato latino di Gerusalemme, mons. Pierbattista Pizzaballa, che l’aveva conosciuta quando era Custode e che ha deciso per l’occasione di consegnarle la Medaglia del Santo Sepolcro, come segno di riconoscenza verso tutta la comunità per l’instancabile lavoro che svolge.

Nella sua omelia, mons. Marcuzzo ha spiegato come «la liturgia, la festa del Giubileo della Madonna di Fatima e la teologia della vita consacrata si incontrino tra loro. A partire dal significato del giubileo biblico e del tempo pasquale, il cristiano, in particolare il consacrato, è una persona che si rinnova sempre, che si converte ogni giorno (il messaggio di Fatima è sempre attuale), si santifica nella comunione alla Chiesa e nella pratica della carità perfetta, e quindi vive in una pace interiore e in profonda gioia. Questo è ciò che la madre fondatrice, la Beata Anna Rosa Gattorno, ha sempre vissuto nello spirito del Vangelo, della Beata Vergine Maria di Nazareth e di sua madre sant’Anna».

«Ringraziamo il Signore perché è stato fedele verso suor Adelaide. La sua fedeltà è stata la fonte di forza e coraggio per la nostra cara sorella giubilare. Diamole un caldo augurio perché ha corrisposto alle grazie del Signore ed è stata fedele alla fedeltà del Signore».

Al termine della cerimonia, tutti i partecipanti si sono stretti attorno a suor Anna Adelaide, e l’hanno circondata di Mabrouk, congratulazioni e urla di gioia. La casa “San Francesco” ha offerto un’agape fraterna a tutti i membri dell’istituzione e la Comunità ha presentato un bellissimo video dei 50 anni di vita religiosa e missionaria di suor Anna Adelaide.

La famiglia d’origine di suor Adelaide è stata veramente benedetta dal Signore, che ha chiamato due sorelle alla vita religiosa e due fratelli al sacerdozio. L’altra sorella, religiosa presso la stessa Congregazione, suor Anna Maria Prandina, è stata Superiore generale per due mandati.

Dal nostro inviato a Nazareth

Foto di S. G.

Flickr Album Gallery Powered By: Weblizar
Designed and Powered by YH Design Studios - www.yh-designstudios.com © 2017 All Rights Reserved
X