frFrançais pt-ptPortuguês

FATIMA – Papa Francesco si è recato a Fatima per celebrare il centenario delle apparizioni della Vergine Maria. Cento anni dopo la prima delle sei apparizioni, ha canonizzato Giacinta e Francesco Marto, due dei tre piccoli veggenti cui Maria aveva chiesto se fossero pronti a donare la loro vita a Dio. Cronaca dal nostro inviato speciale.

Francesco, pellegrino tra gli altri pellegrini

Venerdì 12 maggio 2017, il Santo Padre è arrivato nel recinto della Basilica di Fatima. Sul posto, una folla di pellegrini recitava il rosario senza sosta, recando in tal modo le intenzioni di tutti coloro che non avevano potuto venire di persona, dei malati e del Papa stesso. Tra loro una cinquantina di Cavalieri e Dame della Luogotenenza portoghese dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro oltre a delegazioni delle luogotenenze di Spagna, di Francia, d’Irlanda e del Canada, intervenute per questo evento speciale.

Il Papa, circondato da migliaia di pellegrini, si è diretto verso la Piccola Cappella delle Apparizioni. Per entrare in contatto con le persone, il Papa ha rotto il protocollo ed è sceso dalla papamobile per poi camminare, in mezzo alla folla, fino alla Piccola Cappella. Giuntovi ha posto un mazzo di rose ai piedi della Vergine, ha pregato prima da solo poi coi pellegrini.

Benedizione delle candele e processione

Nella serata il Papa ha reincontrato i pellegrini per la benedizione delle candele. Prendendo la fiamma dal Cero pasquale, Il recinto è stato illuminato dalle singole candele dei presenti. Nella attesa della processione è stato recitato il rosario in varie lingue, tra cui il portoghese e l’arabo.

La processione ha recato la statua della Vergine fino all’altare maggiore dove è stata celebrata l’Eucarestia presieduta dal cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato del Vaticano.

Giacinta e Francesco: due nuovi santi

La mattina seguente, alle 10, il Santo Padre ha presieduto la celebrazione della messa di canonizzazione di Giacinta e Francesco Marto – primi bambini non martiri a essere canonizzati. Maria è apparsa a questi due piccoli pastorelli ed ha chiesto loro se intendevano offrire le loro vite a Dio e se erano disposti a sopportare tutte le sofferenze che Lui avesse voluto inviare loro in riparazione dei peccati e per la conversione dei peccatori. I due bambini sono morti circa due anni dopo accettando la sofferenza nella preghiera. Nella sua omelia, papa Francesco, ci ha invitato a prendere esempio dai santi Francesco e Giacinta per “vincere le contrarietà e le sofferenze” della vita. La cerimonia si è conclusa con l’adorazione del Santissimo Sacramento e la benedizione dei malati. Il Santo Padre, da ultimo, con tutti i pellegrini, ha salutato la Vergine sventolando un bianco fazzoletto.

In aereo, di ritorno a Roma, il Papa ha concesso ai giornalisti che lo hanno accompagnato in questa visita piena di spiritualità e di emozioni, una breve conferenza stampa.

image_print
Designed and Powered by YH Design Studios - www.yh-designstudios.com © 2017 All Rights Reserved
X